Studio Theca

Social network, cioè una vetrina sempre illuminata.

Un bandone giù, un vetro oscurato, una facciata nera. Nessuno vede niente e nessuno sa niente di tutto il fermento del retrobottega. Tutto è invisibile. Questo è quel che accade se i social network non vengono sfruttati dal punto di vista professionale ed economico da un imprenditore che vuole crescere e far conoscere il proprio lavoro. 

I social network non sono per i pettegolezzi

Partiamo dallo sfatare subito un mito digitale: Facebook e Twitter non sono un passatempo civettuolo. Non sono soltanto la chiacchiera ciarliera su cosa ha fatto la signorina X domenica e come era vestita, su che macchina nuova e costosa si è comprato il signor Y o quali località alla moda frequenta K.

Facebook and co. sono dei veri e propri strumenti di marketing, che hanno un potenziale persuasivo enorme e un fattore di analisi eccezionale. Un’azienda che sia grande o piccola, se vuole tirare su la serranda, pulire il vetro e illuminare la sua facciata per far conoscere il proprio lavoro deve avere un attivo profilo social. Non può ignorare potenzialità e ricchezza della vetrina di questi mezzi

Il numero degli utenti raggiunge quasi l’infinito, solo Instagram (cioè il canale social delle fotografie) ne conta attivi in Italia circa 20 mln. Ovvero un sacco di persone che si parlano, si scrutano, si osservano cioè costruiscono rapporti e fanno relazione. Possono essere contatti profilati o meno, ma la pagina di un’azienda comunica trasversalmente con tutti quindi sia con i clienti già assodati, con i potenziali e con tutto il pubblico in generale.

Le informazioni vengono veicolate in tempo reale, sia quelle che noi lanciamo che quelle che ci riguardano. Si attiva così un controllo sulla reputazione e sull’eventuale assistenza al cliente molto immediato da gestire, cosa che garantisce di sicuro una buona fama. Generare fiducia è un obiettivo importantissimo che da sempre i suoi ottimi frutti. Per ribadire che non si può non esserci: la concorrenza è sicuramente già scesa in pista e ha una vetrina bella luminosa e splendente. Quindi i social network sono indispensabili!

I social sono un investimento redditizio

Un imprenditore, grande o piccolo, alle prime armi o già navigato non può dire “non ho tempo” perché uno degli investimenti più redditizi che possa fare è affidarsi a chi è del mestiere. Cioè un’agenzia di social media marketing. Ovvero professionisti della comunicazione che hanno lo scopo di accompagnare e guidare il loro cliente nei canali social, di tessere per lui relazioni, incrementare i suoi rapporti con gli utenti. Avere un unico referente per un lavoro di questo genere può sembrare superfluo (ma cosa ci vuole a scrivere due righe ogni tanto su Facebook?), in realtà ci sono ben precisi studi di marketing che portano a scelte molto precise. Lo sviluppo di un piano editoriale a medio e lungo termine secondo una strategia studiata e mirata è un’azione che ha un costo limitato e un’efficacia molto sicura.